Pharmabenessere

Benessere. il tuo obiettivo, la nostra missione

Il benessere nelle nostre mani…

Lascia un commento

Oggi ho deciso di dedicare un intero articolo alle nostre MANI… spesso bistrattate o poco curate 🙂

Le mani sono il nostro “biglietto da visita”: è con le mani che tocchiamo, accarezziamo, stringiamo altre mani, lavoriamo. Ed è bene che oltre ad avere un bell’aspetto, sicuramente i14231390_1327350193942842_4771109362243763479_oimportante, siano soprattutto curate e sane.

Le mani sono la parte del nostro corpo, insieme al viso, più esposta agli agenti fisici e chimici che ne minano ogni giorno l’integrità: freddo, caldo, acqua, tensioattivi provocano arrossamenti e screpolature, che se non trattati possono causare problemi fastidiosi e limitanti nella nostra quotidianità. Dobbiamo poi considerare anche i problemi correlati alle unghie e alla pelle intorno ad esse: spesso si possono manifestare micosi (specie se le unghie vengono trattate costantemente con ricostruzioni e  smalti semipermanenti) o la formazione di ragadi intorno ai polpastrelli, molto dolorose.

Vediamo allora come possiamo prenderci cura delle nostre mani.

PRIMA REGOLA: DETERSIONE DELICATA

Le mani vengono, giustamente, lavate continuamente, più di quanto uno non pensi. E generalmente non si fa caso al tipo di detergente che si usa. Il mio consiglio è di sceglierne uno delicato, con pochi tensioattivi (sì lo so che amate le “bolle” ma più bolle più tensioattivi), che rispetti il film idrolipidico della pelle. In questo senso un buon detergente può essere il VEA DETERGENTE. Può essere usato per l’igiene quotidiana di tutto il corpo, igiene intima compresa, è non aggressivo (contiene un solo tensioattivo di origine vegetale) ed è arricchito in Vitamina E come tutti i prodotti VEA.

SECONDA REGOLA: IDRATAZIONE

Buona regola è quella di applicare mattina e sera (con particolare attenzione alla sera) una buona crema idratante, da massaggiare non solo per farla assorbire bene, ma anche come “massaggio” per attivare la circolazione. Le creme da preferire sono quelle ai burri vegetali (burro di mandorle, burro di karitè) o arricchite con olii vegetali (come l’olio di Argan), addizionate con calendula o con altri estratti vegetali biofunzionali. Ne esistono diverse in commercio, quelle che però io preferisco e consiglio sono le creme mani Weleda. Olivello Spinoso, Melograno, Enotera e Mandorle sono gli estratti ed olii vegetali scelti per il loro utilizzo biofunzionale (in accordo con la medicina antroposofica di Steiner). Per i meno esigenti, invece anche la Crema Mani All’Olio di Argan NaturViti è un’ottima scelta.

Scelta della crema a parte, quello che è importante è massaggiare la crema anche sulle unghie ed intorno ad esse, sulle cuticole. Anche le unghie infatti si spezzano, sfaldano ed indeboliscono quando sono poco idratate. Ricordate che le unghie, come i capelli sono costituite da cheratina, una proteina elastica e flessibile, che però deve mantenere un giusto grado di idratazione per svolgere la sua funzione di sostegno. quando viene meno l’idratazione allora l’unghia, come il capello, risulta striata e con la tendenza a sfaldarsi.

Per chi volesse poi dedicare particolare cura anche all’unghia, consiglio l’uso di olio specifico per l’idratazione della stessa e per ammorbidire le cuticole intorno ( ATTENZIONE: le cuticole non vanno rimosse assolutamente, ma idratate in maniera tale che non si ispessiscano.)

TERZA REGOLA: SCRUB E MASCHERA

Una volta a settimana sarebbe bene dedicare un piccolo rituale di benessere anche alle nostre mani. Così come facciamo per il viso, è necessario rimuovere le cellule morte e favorire il ricambio cellulare anche dell’epidermide delle mani. Si può fare un piccolo scrub aggiungendo miele e zucchero ad una noce abbondante della nostra crema usuale, da massaggiare quindi sia sulle mani sia sulle unghie, per rimuovere anche le macchie che a volte si formano sulla superficie dell’unghia e sulla pelle. in seguito applicare un’abbondante strato di crema idratante ed indossare un paio di guanti (di cotone) oppure scegliere una maschera idratante, specifica per le mani.

Qualche consiglio,infine, per chi ha problemi di ragadi alle mani. cominciate già da ora ad applicare una buona crema protettiva, possibilmente a base di burro di karitè, proteggete le vostre mani con guanti protettivi ogni volta che dovete immergere le mani in detersivi o anche semplice acqua. Evitate i bruschi sbalzi termici (lavate ad esempio le mani con acqua tiepida, mai troppo calda, mai troppo fredda). Al primo sentore di arrossamento/screpolatura aggiungete alla crema idratante un trattamento olioso, nutriente, (come l’olio di Argan o l’Olio di Mandorle Dolci) da applicare tutte le sere, in maniera costante. Infine, qualora si formassero le spaccature tipiche delle ragadi, applicate un prodotto opportuno come la DermovitaminaA Ragadi Mani e piedi, per sigillare la fessurazione, accelerarne la guarigione e alleviare il dolore.

Per chi ha invece la tendenza alle micosi sulle unghie, consiglio il trattamento con creme e olii addizionati di tea tree oil: il tea tree ha un’azione antibatterica e antifunginea, ottima soprattutto come prevenzione.

Alla Prossima

Dott.ssa Adriana 🙂

Annunci

Autore: pharmabenessere

Farmacista Titolare della Parafarmacia Pharmabenessere,Roma Via Santi Martiri di Selva Candida 36-36A. Esperta in Fitoterapia, Omeopatia e medicina complementare, Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche. mi interesso, e pubblico, su tutto ciò che è BENESSERE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...